Compostiera Domestica: Usi e Tipologie

Compostiera DomesticaL’attenzione e la sensibilità alla questione della tutela dell’ambiente emerge anche dall’aumento di coloro che effettuano la raccolta differenziata e cercano di ridurre i rifiuti. In questo caso può essere molto utile utilizzare una compostiera domestica, che permette di riciclare la sostanza organica in ambiente domestico.

Vediamo allora cos’è e come funziona una compostiera domestica.

Cos’è Una Compostiera Domestica?

Come accennato la compostiera domestica permette di ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti prodotti a partire dal singolo cittadino. Si tratta sostanzialmente di un contenitore, che può essere realizzato con differenti materiali, adatto ad accogliere questa tipologia di rifiuto e all’interno del quale si lascia che la natura faccia il suo corso. Dai rifiuti umidi in esso introdotti infatti si ottiene un terriccio ricco e fertile, adatto da utilizzare nel giardino o nell’orto. Si tratta di un processo che avviene naturalmente ad opera di microorganismi e batteri presenti presenti nel terreni conosciuti per questa loro capacità di digerire gli scarti producendo una sostanza organica ricca di nutrienti.

La compostiera domestica è quindi pensata e realizzata semplicemente per accelerare il processo di decomposizione grazie alla presenza, al suo interno, di un terriccio già popolato dai microorganismi che avvieranno il processo in tempi rapidi.

Una volta scelta e acquistata la compostiera, tutto ciò che si deve fare è posizionarla in un luogo tranquillo, sempre accessibile sia in estate che in inverno, possibilmente ombreggiato nei mesi più caldi ed esposto al sole in inverno affinché il calore faciliti l’attivià dei microorganismi anche nei periodi più freddi. Poi è sufficiente iniziare a suddividere i rifiuti prodotti quotidianamente per ottenere la parte organica che andrà inserita nella compostiera.

Come Funziona La Compostiera Domestica

Come Fare Il Compostaggio DomesticoSe stai pensando a questa soluzione per i tuoi rifiuti organici ti chiederai come fare il compostaggio domestico. Ecco come funziona una compostiera domestica.

Il contenitore replica un’azione già presente in natura rendendo facilmente accessibile il prodotto di tale azione. In generale è possibile riciclare in questo modo tutti gli scarti e gli avanzi biodegradabili: gli scarti della pulizia di frutta e verdura, gli avanzi di cibo con l’attenzione a evitare quelli di origine animale, i fondi di caffè o il pane secco, ad esempio, ma anche gli scarti provenienti dalle operazioni di giardinaggio come le foglie, i fiori secchi o trucioli di legno. Bisogna invece evitare tutto ciò che risulta non biodegradabile o contaminato da sostanze nocive, plastica, vetro o contenitori in metallo dovranno essere riciclati negli appositi contenitori. Un’attenzione particolare deve essere posta al giusto grado di umidità del composto. Pertanto è necessario evitare rifiuti troppo secchi o troppo umidi e cercare di creare una giusta miscela aggiungendone di un tipo o dell’altro se necessario.

Il consiglio migliore è quello di alternare nella compostiera strati di scarti umidi e di scarti secchi o erbosi, soprattutto quando si inizia a utilizzarla e non sia ha ancora acquisito esperienza, facilitando così il controllo del grado di umidità che si viene a creare all’interno, ricordandosi di rimescolare il contenuto periodicamente attraverso l’utilizzo dell’apposito aeratore.

Tipologie Di Compostiere Domestiche

Compostiere DomesticheIn commercio si trovano molte versioni e tipologie di compostiere domestiche, di diversi materiali e di differenti dimensioni. La prima valutazione quindi da fare è in relazione al luogo di collocazione della compostiera. Se ci si approccia per la prima volta al riciclo del materiale organico presso la propria abitazione, probabilmente è meglio partire da una compostiera di dimensioni più contenute e quindi più facile da gestire. Alcuni modelli in polipropilene hanno decorazioni particolari molto belle, perfette per i giardini, anche se la compostiera viene posizionata in un punto visibile.

Dalla forma quadrata o più arrotondata, normalmente tutti i contenitori presentano un’apertura superiore per l’inserimento del materiale organico, uno sportello sulla parte inferiore per il recupero del terriccio ottenuto e sono dotati di sistemi e aperture per l’aerazione. Le differenti dimensioni disponibili in commercio rendono la compostiera domestica una soluzione adatta ad ogni tipologia di famiglia, anche la più numerosa.