Riciclare Tappi Di Plastica

Sul nostro sito Discarica Roma, oltre ai servizi di smaltimento rifiuti nella capitale, puoi trovare consigli utili e idee creative per riutilizzare oggetti e materiali destinati allo smaltimento. Ad esempio come puoi riciclare i tappi di plastica?

I tappi in plastica sono rifiuti che produciamo quotidianamente, basta pensare alle bottiglie d’acqua, ai flaconi di detersivo e ai recipienti che smaltiamo ogni giorno. Forse li abbiamo sempre gettati nella spazzatura senza pensarci troppo su, ma in realtà con questi piccoli oggetti si possono creare tante decorazioni, accessori e giochi per bambini.

Vediamo quindi alcune idee per riciclare i tappi di plastica in modo creativo e scopriamo anche un’altra soluzione per chi non è portato per fai da te!

Tappi Di Plastica Riciclo Creativo: Idee Per Tutti

Ecco quindi una lista di idee, semplici ma efficaci, per utilizzare i tappi di plastica nel riciclo creativo.

  • Calamite per il frigo: riempite con del sughero la parte interna del tappo e incollateci un magnete sottile. Potrete decorare la parte esterna come preferite utilizzando ad esempio pennarelli, adesivi, glitter.Tappi Di Plastica Riciclo Creativo
  • Collane o bracciali: potete utilizzare l’intero tappo decorato oppure solo l’anello in plastica per creare ciondoli o le catene delle collane. Potete utilizzare della tempera per decorare i tappi.
  • Portachiavi: fate con attenzione un foro al centro del tappo e fatevi passare un filo che andrete poi a annodare. Potrete decidere di decorare anche con perline e con tappi di colore diverso.
  • Sottopentola o sottobicchieri: unendo fra di loro i tappi con della colla potete creare delle simpatiche forme che fungeranno da sottobicchiere, sottopentola o come fondo di vassoi.
  • Portacandele: se avete a disposizione dei tappi di varie dimensioni potete creare una struttura più o meno alta nella quale inserire le candele.
  • Giochi per bambini: con tanta fantasia potrete inventare molti giochi simpatici per i vostri bambini, ad esempio trasformando i tappi in trottole, in animaletti colorati o in pedine originali per la dama.

Questi sono solo alcuni dei suggerimenti per trasformare i tappi di plastica con il riciclo creativo. Comunque anche chi non è portato per i lavori manuali può gestire questi rifiuti nel rispetto dell’ambiente: vediamo come!

Come Riciclare Tappi Di Plastica: Un’Altra Soluzione

Se non hai tempo per fare questi lavoretti creativi o semplicemente non sono il tuo forte, puoi comunque contribuire al riciclo di questi rifiuti. Quindi, come puoi riciclare i tappi di plastica?

Come Riciclare Tappi Di PlasticaDevi sapere che puoi raccogliere i tappi e consegnarli a associazioni che si occupano di riciclarli e utilizzare la plastica per costruire oggetti che andranno in beneficenza. In questo modo, oltre a evitare di inquinare l’ambiente, contribuirai a aiutare chi è in difficoltà.

Ti ricordiamo che la nostra azienda si occupa anche dello smaltimento della plastica a Roma e provincia. Ci occupiamo di ritirare e trasportare in centro di raccolta i tuoi rifiuti in plastica secondo tutte le normative in vigore. Contattaci per un preventivo gratuito!

Tag:, ,

Riciclare i Jeans con Creatività

Riciclare JeansSul nostro blog promuoviamo il riciclo e il riuso di molti oggetti che utilizziamo quotidianamente, ma che spesso, una volta terminato il loro ciclo di vita, finiscono nella pattumiera. Ad esempio ti sei mai chiesto se è possibile riciclare i jeans?

Da più di 100 anni i jeans abitano gli armadi di tutto il mondo, complici probabilmente la loro robustezza, la loro praticità e la loro versatilità.

Quando arriva il momento di riorganizzare il proprio armadio, in genere per esigenze di ordine e spazio, non è raro ritrovare vecchi jeans che non indossiamo più, magari perché sono andati fuori moda o perché non sono più della taglia giusta. In questi casi il secchio dell’immondizia è davvero l’unica alternativa?

Vediamo insieme come si possono riciclare i jeans dando loro nuova vita e tante idee creative per farlo!

Riciclo Creativo dei Jeans: tante idee

Se vuoi fare il riciclo creativo dei tuoi jeans puoi davvero sbizzarrirti. Le caratteristiche della stoffa, infatti, permettono di rivisitare questo capo di abbigliamento creando una grande varietà di oggetti.

Su internet puoi trovare molti video che mostrano come riciclare i jeans attraverso tutorial e guide. Ecco una lista di creazioni, dalle più semplici alle più complesse, che puoi realizzare:

  • Fodera per cuscini: potete cucire insieme pezzi di tessuto, piccoli o grandi, per creare una fodera da riempire con delle piume. In questo modo potrete realizzare cuscini di varie forme e misure in base al vostro gusto.
  • Sacchetti portaoggetti: potete utilizzare la parte finale delle gambe dei jeans per creare degli originali Riciclo Creativo Jeanscontenitori per qualsiasi oggetto: basterà ricavare un “cilindro” di stoffa, cucire una delle due estremità e creare un bordino sull’altra.
  • Borsa: armati di ago, filo e stoffe colorate per cucire insieme la parte superiore dei jeans e creare una simpatica borsa personalizzata. Troverai molti tutorial su internet per realizzare diversi modelli!
  • Tovagliette: creazione molto semplice, ma originale. Potrai ricavare delle forme rettangolari dal tuo jeans, volendo in stile patchwork, e utilizzarle come tovaglie per tutti i giorni oppure per un’apparecchiatura alternativa!
  • Custodia per telefoni e tablet: piccoli pezzi di stoffa, se chiusi con delle semplici cuciture, possono diventare dei contenitori per proteggere il tuo cellulare o il tuo tablet. Taglia il jeans all’altezza delle tasche per avere dello spazio extra da utilizzare per riporre gli auricolari o le tessere.

Queste sono solo alcune delle tante idee per fare il riciclo creativo dei jeans! In ogni caso puoi sempre dare sfogo alla tua immaginazione e inventare nuovi modi per trasformare i tuoi vecchi capi in oggetti simpatici e originali!

Riciclare Jeans Usati: l’alternativa

Riciclare Jeans UsatiSe i lavoretti manuali non fanno per te puoi sempre riciclare i tuoi jeans usati buttandoli nei cassonetti gialli destinati alla raccolta dei vestiti. Puoi informarti sulla loro ubicazione consultando il tuo comune di residenza.

I capi raccolti verranno igienizzati e avviati al recupero delle materie oppure, se in buono stato, verranno destinati alla vendita.

Ti ricordiamo che la nostra ditta opera nel mondo del ritiro e dello smaltimento dei rifiuti offrendo servizi a privati e aziende in tutta la provincia di Roma! Contattaci per maggiori informazioni e per ricevere un preventivo gratuito!

Tag:, , , ,

Riciclo Creativo della Carta di Quotidiani e Giornali

Riciclo Creativo Carta Quotidiani GiornaliNonostante la crescente diffusione della tecnologia, l’utilizzo della carta oggi continua a avere un ruolo di primo piano nella vita delle persone, basti pensare ai blocchi per gli appunti, alla carta da stampa, ai quotidiani e agli imballaggi, oggetti che tutti noi abbiamo in casa in discrete quantità. Ovviamente la fine che fanno tutti questi prodotti una volta diventati rifiuti è quasi sempre il secchio dell’immondizia, ma esiste un modo per fare il riciclo creativo della carta di giornali e quotidiani?

Su Discarica Roma, oltre alla possibilità di richiedere vari servizi di trasporto e smaltimento dei rifiuti, puoi trovare tanti utili consigli sul mondo del riciclo per dare nuova vita a oggetti e materiali che utilizziamo quotidianamente.

Vediamo infatti alcune idee su come fare il riciclo creativo della carta di giornali e quotidiani!

Riciclo Carta Giornali: idee creative

Non serve essere dei maghi del fai da te per creare oggetti simpatici e utili attraverso il riciclo della carta dei giornali. Con un po’ di creatività e voglia di sperimentare si possono raggiungere ottimi risultati.

Ecco una lista di oggetti che puoi creare velocemente facendo il riciclo della carta dei giornali che hai in casa:

  • Vasi per piante: creando delle fascette (larghe e spesse qualche centimetro) con la carta di giornale e intrecciandole tra loro si può costruire la struttura di un vaso in cui posizionare della terra e una piantare dei fiori o delle aromatiche.Riciclo Carta Giornali
  • Carta da regalo: si possono creare delle buste regalo di carta riciclata con l’aiuto di un paio di forbici e della colla, o in alternativa per fare pacchetti si può utilizzare la carta così com’è. Questa soluzione, oltre a essere molto originale, permette di risparmiare sulla carta da regalo.
  • Foderare le scatole: per personalizzare le scatole portaoggetti puoi ricoprirle con della carta di giornale, decorandola se vuoi con pennarelli e adesivi.
  • Decorare vasetti di miele e marmellata: se vi piace fare in casa le conserve potete utilizzare la carta di giornale come decorazione esterna. Basterà avvolgerla intorno al vasetto e chiuderla con dello spago all’altezza del tappo per rendere la vostra creazione perfetta per essere regalata.

Il riciclo della carta dei giornali, oltre che nella creazione di oggetti simpatici e fantasiosi, può rivelarsi molto utile anche nelle faccende di casa. Quali?

Oltre al Riciclo Creativo della Carta di Giornale

Riciclo Creativo Carta GiornaliSe i lavoretti manuali non sono il tuo forte devi sapere che il riciclo creativo della carta di giornale non è l’unico modo per riutilizzare questo materiale.

La carta di giornale può venire in nostro aiuto in molte situazioni, ad esempio può essere usata per asciugare i vetri senza lasciare aloni, per togliere cattivi odori da valigie, scarpe o borse, per accelerare la maturazione della frutta, per pulire l’acciaio senza graffiarlo, per riparare le piante dal freddo, per imballare gli oggetti.

Le possibilità sono tante, non ti resta che iniziare a mettere da parte i vecchi quotidiani e prepararti a fare il riciclo della carta di giornale!

Vogliamo ricordarti che Discarica Roma effettua servizi di smaltimento dei rifiuti speciali in tutta la provincia. Puoi richiedere ora un preventivo gratuito senza impegno compilando il modulo apposito nella pagina dei contatti!

Tag:, , ,

Riciclaggio Tappi di Sughero

Riciclaggio-Tappi-Di-SugheroSu Discarica Roma, oltre ai servizi dedicati allo smaltimento dei rifiuti, trovi molte informazioni utili, consigli e idee sul mondo del riciclo. Ad esempio sai come funziona il riciclaggio dei tappi di sughero?

Spesso gettati nell’immondizia, con un po’ di creatività i tappi di sughero possono essere trasformati in decorazioni per la casa o in utili oggetti.

Come puoi riciclare i tappi di sughero?

Quali sono le caratteristiche di questo materiale?

Ecco tutto quello che devi sapere sul riciclaggio dei tappi di sughero!

Riciclaggio Tappi di Sughero: di che materiale si tratta?

Il riciclaggio dei tappi di sughero è un ottimo metodo per dare nuova vita a un materiale totalmente naturale. Il sughero, infatti, viene estratto dalla corteccia esterna di alcune piante mediterranee,Riciclaggio Tappi Sughero come la quercia da sughero, dopo anni e anni di stratificazione. La corteccia dell’albero si rigenera a ogni raccolta, per cui è possibile produrre notevoli quantità di sughero senza danneggiare l’ambiente.

Dopo svariati mesi di riposo il sughero sarà pronto per essere lavorato. In quanto materiale molto leggero, elastico e traspirante viene considerato un buon isolante naturale. Trova ampio utilizzo nel campo dell’edilizia, nell’industria alimentare e ovviamente nel settore vinicolo.

I tappi sono probabilmente gli oggetti in sughero con cui abbiamo più a che fare nella vita quotidiana. Una volta stappata la bottiglia di vino o di spumante molte persone li buttano nella pattumiera, non pensando che esistono molti modi per fare il riciclo dei tappi di sughero.

Tappi di sughero: tanti lavoretti creativi!

Con i tappi di sughero si possono fare molti lavoretti che non richiedono particolare abilità o esperienza. Ecco una lista di alcuni oggetti utili che puoi realizzare.

  • Tappi Di Sughero LavorettiSottobicchieri e sottopentole: uniti tra loro i tappi di sughero possono formare diverse forme, più o meno grandi, perfette per proteggere le superfici dal calore delle pentole o dal liquido fuoriuscito da un bicchiere.
  • Fertilizzante naturale: non tutti sanno che il sughero funziona benissimo come concime per le piante. Potete inserire i tappi interi direttamente nella terra oppure sminuzzarli.
  • Cornici per foto: utilizzando della colla a caldo potete attaccare i tappi ai bordi di un cartoncino rigido di forma rettangolare o rotonda, in modo da formare un’originale cornice per le vostre foto o i disegni dei vostri figli.Riciclo Sughero
  • Magneti per il frigo: rimuovendo con attenzione la parte interna del tappo e riempiendolo il foro con poca terra si può creare un mini vaso per le piantine grasse. Aggiungendo su un lato un piccolo magnete avrete creato un’originale calamita di sughero.
  • Portacandele: potete creare dei contenitori per le candele unendo fra loro con della colla i vari tappi di sughero. In base alla forma che desiderate potrete decidere di utilizzare i tappi in orizzontale, in verticale o anche tagliandone delle sezioni.
  • Portachiavi
  • Segnaposto
  • Portaspilli

Alcune creazioni con i tappi di sughero richiedono una maggiore quantità di tappi quindi sarà utile raccoglierli nel corso del tempo o chiedere ai vostri amici di metterli da parte per voi.

Alternative al riciclo del sughero fai da te

Nonostante molti di questi lavoretti con il sughero siano davvero facili e veloci, alcuni non hanno tempo per farli o semplicemente preferiscono gettare i tappi nel secchio.

Se anche tu preferisci buttare i tappi anziché riutilizzarli creativamente devi sapere che puoi comunque promuovere il riciclo del sughero!

In molti comuni i tappi di sughero possono essere gettati nell’organico, ma in altri vengono organizzate delle raccolte apposite attraverso cassonetti dedicati. Puoi partecipare a queste iniziative raccogliendo e portando i tappi di sughero in questi centri, permettendo di riutilizzare il materiale in altri settori, ad esempio quello edile.

Ti ricordiamo che Discarica Roma effettua lo smaltimento dei rifiuti speciali in tutta la provincia. Per contattarci e ricevere in tempi brevi un preventivo gratuito senza impegno puoi utilizzare i nostri recapiti o compilare il modulo nella pagina dedicata!

Tag:, , , , , , ,

Riciclare Cassette della Frutta

Su Discarica Roma puoi trovare tante idee per recuperare oggetti di uso quotidiano solitamente scartati e gettati nella pattumiera! Ti sei mai chiesto, ad esempio, come si possono riciclare le cassette della frutta?

Riciclare Cassette FruttaPossiamo trovare questi oggetti nei supermercati o nelle zone di mercato, dove le cassette vengono utilizzate per trasportare la frutta o per esporla sui banchi. In seguito, però, vengono gettate tra i rifiuti.

Indubbiamente questa abitudine costituisce uno spreco, dato che molte cassette sono di legno, materiale totalmente riciclabile!

In questo articolo troverai molti consigli per riciclare le cassette della frutta, sia in legno che in plastica! Vediamoli.

Cassette frutta in stile shabby

Negli ultimi anni lo stile shabby chic ha conquistato molte persone, anche nel mondo del riciclo. Se anche tu sei un amante di questo stile sarai contento di sapere che è molto semplice realizzare delle cassette di frutta shabby.

Come prima cosa è consigliabile passare la carta vetrata sulla superficie delle cassette, così da eliminare le irregolarità che potrebbero impedire una stesura uniforme della vernice (generalmente bianca o neutra, maCassetta frutta shabby potrete dare sfogo allo fantasia). Quest’ultima andrà passata con un piccolo rullo o un pennello e lasciata asciugare. In base al risultato una volta asciutte e in base all’utilizzo che ne vorrete fare, potrete decidere se passare una seconda mano, se applicare dei trattamenti protettivi o dei prodotti impermeabilizzanti.

In pochi semplici step avrete realizzato delle cassette di frutta in stile shabby, pronte per essere utilizzate così come sono, oppure come parti di creazioni più complesse. Quali?

Riciclo cassette legno: semplici oggetti da realizzare

Se vuoi fare il riciclo delle cassette di legno ecco alcuni oggetti che puoi realizzare una volta scartavetrate e verniciate:

  • FioriereRiciclo cassette legno: in giardino o sul balcone, se rivestite di materiale plastico e riempite di terriccio le cassette di legno possono diventare delle originali fioriere per le tue piante o le tue erbe aromatiche.
  • Porta oggetti: puoi decorare le cassette di legno e utilizzarle come porta giocattoli o porta riviste. Potresti utilizzare degli stencil per personalizzare l’esterno.
  • Comodino: unendo insieme due cassette e aggiungendo sul fondo delle ruote potrai realizzare un comodino per la tua camera da letto. Per assemblare il tutto basteranno dei chiodi e delle viti.
  • Mensole a parete: puoi fissare il fondo delle cassette al muro in modo da creare pratiche mensole per i tuoi oggetti, assicurandoti che siano sufficientemente robuste per il peso che dovranno sostenere. Potrai creare composizioni personalizzate e pareti attrezzate.
  • Libreria: potrai realizzare una libreria assemblando più cassette insieme con l’ausilio di chiodi e colla. Aggiungendo delle ruote sul fondo sarai in grado di spostarla con facilità.
  • Tavolo: le cassette possono fare da base a tavoli o tavolini da caffè per arredare gli interni o gli esterni.
  • Divano: le cassette più robuste possono comporre la base di un divano o di una poltrona, perfetti ad esempio per gli spazi esterni.

Queste sono solo alcune delle creazioni che si possono realizzare attraverso il riciclo delle cassette di legno. Ovviamente questo materiale si presta molto bene al riuso, ma che dire della plastica?

Riciclare cassette di plastica: una scelta sostenibile

Tutti gli oggetti che abbiamo elencato sopra possono essere realizzati anche nel caso in cui tu voglia riciclare le cassette di plastica, cambierà semplicemente il materiale.

Ovviamente in questo caso non sarà necessario scartavetrare la cassetta, ma potrai comunque utilizzare vernici specifiche per realizzare creazioni più colorate e personalizzate.

Alcuni, comunque, preferiscono il legno come materiale per i loro arredi. In questo caso potrai decidere di riciclare le cassette di plastica utilizzandole per creare scaffali, portaoggetti o arredi destinati alla cantina, al garage o a locali di servizio. Una scelta sostenibile e creativa!

Discarica Roma offre servizi di smaltimento di rifiuti speciali in tutta la provincia. Puoi ricevere un preventivo gratuito senza impegno contattandoci attraverso i nostri recapiti o compilando il modulo nella pagina dedicata!

Tag:, , , , , , , ,

Riciclare barattoli di vetro

Oltre a offrire servizi di smaltimento rifiuti, Discarica Roma propone consigli utili per il recupero di materiali altrimenti destinati alla pattumiera. Ti sei mai chiesto, ad esempio, come poter riciclare i barattoli di vetro ormai vuoti?

Riciclare barattoli di vetroI barattoli di vetro sono presenti in grande quantità nelle case di tutti gli italiani. Spesso vengono utilizzati nell’ambito della cucina come contenitori per alimenti quali legumi, passate di pomodoro, cibi sottolio, marmellate, maionese e omogeneizzati.

Una volta consumato il loro contenuto, però, gettarli nel secchio non è l’unica alternativa. È possibile fare il riciclo dei vasetti di vetro!

Come possiamo riutilizzarli? Quali oggetti possiamo realizzare?

Vediamolo insieme!

Decorare barattoli di vetro: semplice e utile

Per decorare i barattoli di vetro non servono particolari abilità: basta avere creatività e voglia di mettersi in gioco!

Ecco alcuni semplici oggetti che puoi realizzare partendo dalla decorazione dei barattoli di vetro:

  • Contenitori per il bagno: potete pitturare i coperchi dei barattoli di vari colori, forarli e inserire dei pomelli al loro interno per creare dei simpatici contenitori per oggetti di piccole dimensioni come cotton fioc, dischetti per struccarsi o accessori per il trucco.
  • Contenitori per la cucina:potete utilizzare della pittura per vetro per colorare i barattoli, decDecorare barattoli di vetroorandoli successivamente con etichette, spago o adesivi. Avrete dei contenitori perfetti per le spezie o altri cibi che potranno essere catalogati con facilità.
  • Porta utensili: forando il tappo e creando un’apertura sufficientemente larga potrete utilizzare i barattoli come porta utensili per la cucina e il garage oppure come portamatite e oggetti di cancelleria. Potete decorare il vasetto seguendo i metodi descritti sopra.
  • Vasetti per piantine: potete decidere di lasciare il barattolo trasparente, oppure di decorarlo con pittura e stoffa. Inserendo della terra al suo interno sarete in grado di coltivare delle utili piantine aromatiche sul vostro davanzale o in giardino.
  • Portacandele: se volete apparecchiare la tavola in modo alternativo potete creare dei portacandele inserendo delle candele direttamente all’interno del barattolo, decorando o meno l’esterno. Con un po’ di fantasia potrete creare dei centrotavola o dei segnaposto.
  • Contenitori di confetture home-made: per chi ama le confetture fatte in casa i vasetti vuoti sono una risorsa preziosa. Una volta sterilizzato il barattolo, potrai utilizzarlo per contenere le tue deliziose confetture, decorandolo con etichetta e spago.

Questi sono solo alcune idee su come decorare i barattoli di vetro. Con un pizzico di inventiva troverai tanti altri modi per dare nuova vita ai tuoi vasetti vuoti e trasformarli in oggetti utili per la tua casa.

Riciclo barattoli di vetro

Chi non ama il fai da te e magari preferisce gettare direttamente i vasetti nel secchio dovrà fare attenzione a smaltirli correttamente, così da promuovere il riciclo dei barattoli di vetro.

Riciclo barattoli di vetroFarlo è molto semplice: basterà gettare i barattoli nella raccolta differenziata del vetro.

I coperchi sono generalmente in alluminio, quindi potranno essere conferiti nel bidone per il vetro e i metalli, facendo attenzione a separarli dal barattolo. Nel caso in cui il coperchio sia fatto di un altro materiale sarà bene informarsi sul metodo di raccolta specifico del proprio comune.

Ti ricordiamo che Discarica Roma effettua lo smaltimento dei rifiuti speciali in tutta la provincia. Puoi contattarci attraverso i nostri recapiti o compilando il modulo nella pagina dedicata, riceverai in tempi brevi un preventivo gratuito senza impegno!

Tag:, , , , , ,

Riciclo plastica creativo

Riciclo creativo plasticaCombattere l’inquinamento ambientale da plastica non è poi così difficile: si può iniziare da gesti piccoli, ma importanti. Ad esempio una soluzione alla portata di tutti è fare un riciclo della plastica creativo.

Cosa significa?

Riciclare la plastica in modo creativo vuol dire donare nuova vita a bottiglie, contenitori o flaconi vuoti, trasformandoli in nuovi oggetti utili e evitando che uno smaltimento improprio del materiale causi danni all’ambiente.

Vediamo insieme alcuni consigli e idee per fare un riciclo della plastica creativo e responsabile!

Riciclo creativo bottiglie plastica

Per fortuna per fare un riciclo creativo delle bottiglie di plastica non serve essere degli esperti e nemmeno dei grandi artisti: basta una piccola dose di buona volontà!

Le bottiglie sono gli oggetti che probabilmente si prestano di più a questi tipi di creazioni dato che le utilizziamo quotidianamente e si lavorano con più facilità.

Ecco tre oggetti che puoi costruire partendo da una semplice bottiglia in plastica:

    • Vasi per le piante

Potrai riempire l’intera bottiglia o solo una sezione con della terra e utilizzarla come vaso per le tue piantine. Utilizzando dello spago potrai appenderla dove vorrai e magari creare una composizione. Inoltre, volendo dare sfogo alla fantasia, potrai decorare i tuoi nuovi vasetti con della vernice o con della stoffa per renderli più personalizzati possibile.

    • Mangiatoia per uccelli

Appendendo la bottiglia per il tappo grazie all’aiuto di uno spago e riempiendola con del mangime sarai in grado di creare un dispenser fai da te per gli uccelli. Basterà forare la bottiglia, inserire orizzontalmente una matita o un bastoncino e lasciar fuoriuscire un po’ di mangime: il gioco è fatto.

    • Portariviste

Una soluzione originale per tenere in ordine i giornali è creare un portariviste da appendere al muro. In base alla grandezza che avrà il portariviste, dovrai tagliare a metà un numero sufficiente di bottiglie e fissarle a una base rigida, o dalla parte del tappo o dalla parte del fondo. Una volta appesa al muro la tua creazione potrai inserire i giornali arrotolati all’interno delle bottiglie tagliate avendoli sempre a portata di mano.

Riciclare plastica fai da te

Riciclare plastica fai da teLe bottiglie non sono gli unici oggetti che possono essere riutilizzati. È possibile riciclare la plastica con metodo fai da te anche quando si tratta di flaconi o contenitori di diverse forme.

Ad esempio puoi trasformare un contenitore in plastica in un pratico porta matite o in un porta oggetti utilizzando semplicemente un paio di forbici. I classici flaconi per detersivo, una volta eliminati impugnatura e parte superiore, possono rivelarsi utili in bagno o in cucina, magari come contenitori per le spugnette o per i vostri prodotti per la cura del corpo.

Un altro modo per riciclare questi contenitori è quello di adattarli come separatori per organizzare i cassetti, magari quelli della biancheria. Basterà scegliere oggetti in plastica squadrati e eliminare la parte superiore, in modo da creare delle celle in cui riporre gli indumenti.

I più creativi potranno divertirsi a trasformare questi oggetti in giocattoli, magari dipingendo i flaconi e aggiungendo qualche dettaglio.

Riciclo plastica creativo: alternativa al fai da te

Se il riciclo della plastica creativo non fa proprio per te, la nostra azienda offre servizi di ritiro e smaltimento della plastica.

Per maggiori informazioni puoi contattarci in qualsiasi momento compilando il modulo nella pagina dedicata o chiamandoci al nostro numero di telefono.

Tag:, , ,

Inceneritore Pro e Contro

inceneritore pro e contro

Prima di parlare di quali siano i pro e contro di un inceneritore, occorre fare una distinzione tra questo tipo di impianto e il termovalorizzatore.

C’è infatti una differenza tra i due che spesso viene confusa o sottovalutata. L’inceneritore è un impianto all’interno del quale i rifiuti sono bruciati.

Naturalmente non tutti i rifiuti possono essere bruciati; occorre infatti fare un’attenta cernita, perché alcuni materiali di scarto rilasciano sostanze molto pericolose se bruciati, costituendo un pericolo grave per tutte le persone che lavorano all’interno dell’impianto, ma anche per tutti gli abitanti che si trovano vicino alla zona dell’inceneritore.

Il termovalorizzatore invece non si limita a bruciare i rifiuti, ma trasforma la combustione in energia. Sempre più acceso è il dibattito sull’utilità o meno di questo impianto.

Vediamo insieme i vantaggi e gli svantaggi di entrambi questi impianti.

Inceneritore Pro e Contro

Il vantaggio principale di un inceneritore è sicuramente quello di ridurre la quantità di discariche a cielo aperto e di rifiuti lasciati nell’ambiente. La combustione permette infatti di evitare l’accumulo sempre maggiore dei rifiuti.

Tuttavia un grosso svantaggio è che i fumi prodotti possono essere nocivi per la salute. È certamente vero che al giorno d’oggi c’è molta attenzione al controllo e al monitoraggio dei fumi, questo tuttavia potrebbe non bastare.

Termovalorizzatore Pro e Contro

termovalorizzatore pro e contro

Il termovalorizzatore riduce la quantità di discariche necessarie sul territorio e la quantità di rifiuti. Altro vantaggio è che da questi materiali di scarto è possibile ottenere l’energia elettrica. Ma in che modo? La combustione dei rifiuti scalda l’acqua della caldaia presente all’interno dell’impianto. L’acqua di trasforma in vapore e il valore viene trasformato in energia elettrica.

Anche in questo caso però ci sono degli svantaggi. Non è possibile infatti escludere la pericolosità delle polveri e dei fumi prodotti dalla combustione. Inoltre, come abbiamo visto per gli inceneritori, non tutti i rifiuti sono adatti a questo trattamento, quindi i termovalorizzatori non potranno mai essere l’unico metodo di smaltimento da adottare.

C’è poi chi ritiene che il termine “termovalorizzatore” non sia adatto. Viene infatti preferita l’accezione positiva (valorizzatore).

In Italia il dibattito è ancora molto forte, mentre altri paesi europei utilizzato davvero molto questi impianti, a cominciare dalla vicina Germania.

Tu cosa pensi? Scrivilo e ne parleremo insieme!

Tag:,

Riciclo Lattine Vuote

riciclo lattine vuote

Noi di Discarica Roma ti offriamo tanti consigli utili per recuperare oggetti ed elementi ormai da buttare. Per esempio, sai come fare il riciclo delle lattine vuote?

Quante ne abbiamo a casa? Tra barattoli per i legumi, conserve, lattine per le bibite zuccherate, alla fine troviamo un grosso quantitativo di rifiuti da gettare.

E se invece li volessimo recuperare? Cosa potremmo realizzare? Quali oggetti decorativi si potrebbero recuperare? Scopriamolo insieme!

Riciclo Lattine Vuote: Crea Nuovi Oggetti con Poco

Non serve essere esperti del fai da te per creare degli oggetti dalle lattine ormai da buttare.

Ad esempio, puoi dare vita a dei fantastici portapenna per la tua scrivania o per la cameretta dei tuoi bambini. Con un taglierino togli la parte superiore della lattina, quella in cui si trova la linguetta, e decora il cilindro esterno con della carta colorata.
Altro possibile riutilizzo delle lattine sono i vasetti. Con una lattina infatti puoi creare dei graziosi vasi per le tue piantine, magari delle piccole piante grasse, da mettere sulle mensole della casa.

Oltre ai portapenna, una lattina può servire per depositare altri oggetti. In bagno per esempio, può servire come porta trucchi, porta spazzolini e dentifricio.

Per i bambini puoi creare dei graziosi giocattoli colorati con le lattine.

Riciclo Linguette delle Lattine

riciclo linguette lattine

E per quanto riguarda le linguette delle lattine? Puoi conservarle e utilizzarle per creare degli oggetti di bigiotteria, quindi una collana, degli orecchini o dei bracciali.

Dei lavori leggermente più complessi ma comunque alla portata di tutti sono i porta frutta e le lampade realizzate sempre con le linguette, o addirittura delle borse o delle cinture.

Perché Riciclare?

Già, ma perché perdere tempo riciclando? Cosa viene a noi? Sicuramente in questo modo puoi contribuire alla diminuzione dell’inquinamento e all’accumulo di rifiuti.

Non vuoi fare questi lavori o il fai da te non è proprio la tua passione? Allora puoi affidare a noi questi rifiuti.

Le lattine infatti possono essere riciclate presso discariche specializzate. Chiamaci e chiedi del nostro servizio.

Facciamo il ritiro e il trasporto di molti rifiuti, anche di particolari come la guaina bituminosa, i materiali isolanti, i pannelli fotovoltaici o la palma infestata dal punteruolo rosso. Non devi fare altro che metterti in contatto con noi! Affida i tuoi rifiuti alla nostra azienda!

Tag:, , ,

Riciclare Stoffe Usate

riciclare stoffe usate

Nel nostro blog puoi trovare tanta idee utili per il riciclo. Per esempio, hai idea di come riciclare le stoffe usate? Devi sapere che con questo materiale si può fare davvero di tutto.

Se hai degli abiti che non usi più, puoi decidere di portarli in uno dei molti cassonetti gialli distribuiti nella capitale, oppure di utilizzarli per l’arredamento del tuo appartamento. Ecco quindi 6 idee, ma potrebbe essere molte di più, per riciclare i vestiti ormai logori.

Riciclare Stoffe Vecchie: Idee

borsa in stoffa

Un primo consiglio che ti offriamo è di utilizzare i vecchi abiti per decorare una borsa. Hai presente le borse di stoffa comprate al supermercato? Bene, da questo accessorio puoi avere una base per realizzare un elemento con decorazioni particolari e personalizzate.

Basta cucine parte degli abiti che non usi più, ritagliarle e applicarle sulla borsa. Potrai inoltre aggiungere dei bottoni che non usi come decorazione ulteriore.

cuscini fatti con il riciclo delle stoffe

Stessa cosa per i cuscini del tuo divano. E perché non realizzare delle decorazioni per le tende? Acquistando delle calamite puoi anche dar vita a delle applicazioni per chiudere parti delle tende.

Altre Creazioni con le Stoffe

Quando parliamo di stoffe vecchie ci riferiamo soprattutto ai vestiti ormai logori o troppo piccoli. Allora perché non creare degli abitini per le bambole?

Insieme ai tuoi figli puoi rendere un pomeriggio davvero divertente, ascoltando i loro consigli e creando degli abitini su misura per ogni bambola.

Ma la prima Idea di Riciclo delle Stoffe è….

Non sei portato per il fai-da-te? Detesti realizzare delle creazioni fatte a mano? Il cucito per te è un mistero? Allora c’è un modo pratico e veloce per non buttare via gli abiti vecchi…. Farne dei panni per pulire!

Veloce, pratico e funzionale. Puoi utilizzare il tuo abito vecchio creando delle piccole stoffe per spolverare.

Noi di Discarica Roma ti offriamo soluzioni per non sprecare le cose. Sappiamo che i rifiuti prodotti all’interno di una casa sono davvero tanti, e non ci riferiamo solo agli alimenti. Contribuire al riciclo degli oggetti, quando possibile, è un modo per evitare l’aumento dei rifiuti e salvaguardare nel proprio piccolo l’ambiente. Per il ritiro scarti tessili segui il link e richiedi un preventivo gratuito.

Tag:, , , , , , ,

Come Utilizzare i Bancali

come riciclare pedane di legno

Come Utilizzare i Bancali: Tante Idee di Riciclo

I pallet o bancali sono delle tavole in legno utilizzate per i lavori di stoccaggio e deposito delle merci. Sempre più spesso si decide di riciclare queste tavole, costruendo degli splendidi arredi. Ma come utilizzare i bancali, come riciclare le pedane in legno?

Ecco tante idee di riciclo con queste strutture:

  • Tavolini; con i pallet si possono costruire dei piccoli tavoli per il soggiorno
  • Letti; hai mai pensato a un letto con i bancali? È possibile realizzarlo e personalizzarlo con colori e decorazioni
  • Librerie e Scaffali; una libreria o uno scaffale per riordinare meglio il tuo appartamento
  • Scrivania; per la cameretta dei tuoi bambini, un tavolo personalizzato con scomparti per libri, giocattoli e apparecchi tecnologici
  • Divano; se è possibile realizzare la struttura portante di un letto con i bancali, è possibile realizzare anche quella per un divano. Una volta fatta la struttura, basterà aggiungere i cuscini
  • Porta Tv, da personalizzare con ruote, per un facile spostamento del televisore
  • Sdraio per il giardino
  • Porta piante per il giardino
  • Scarpiere
  • Cornici

Come Verniciare i Pallet

come verniciare i pallet

Per riciclare i bancali occorre prima di tutto pulirli. Non dimentichiamoci che queste tavole di legno servono per lo stoccaggio e il deposito di merci di qualsiasi tipo.

Per prima cosa occorre pulire il grosso dello sporco utilizzando acqua, sapone e candeggina. Occorre fare molta attenzione nella pulizia: ci potrebbero infatti esserci delle schegge del legno, meglio quindi indossare dei guanti protettivi.

Una volta asciugato il legno vediamo come verniciare i pallet:

  • Innanzitutto togliamo i chiodi presenti, ne metteremo degli altri nuovi quando daremo vita alle strutture
  • Adesso bisogna scartavetrare bene il legno per ottenere superfici lisce e prive di schegge
  • Passiamo una spugna con alcool denaturato per togliere tutta la polvere formata dalla levigazione
  • Adesso non ci resta che verniciare i pallet: per prima cosa applichiamo un primer per proteggere il legno dagli insetti e dai parassiti
  • Applichiamo ora il colore che più ci piace utilizzando un apposito smalto per il legno

Come Utilizzare i Pallet in Giardino

come utilizzare i pallet in giardino

Il riciclo dei bancali viene fatto molto spesso per creare delle strutture per il giardino.

Cosa possiamo fare per il nostro spazio verde? Innanzitutto dei tavolini e delle sedie: in questo modo avremo il nostro angolo di relax!

Poi possiamo creare sicuramente dei vasi per le piante.

Hai in mente qualcosa per la tua casa? Comincia a riciclare i bancali!

Tag:, , , , ,

Decomposizione Rifiuti

Decomposizione Rifiuti: Perché Conoscere i Tempi di Smaltimento?

tempi di smaltimento dei rifiuti La decomposizione dei rifiuti, vale a dire i tempi in cui un rifiuto viene smaltito completamente fino a non rimanere alcuna traccia, variano a seconda della tipologia.

Ci sono alcuni materiali infatti che si decompongono più velocemente rispetto ad altri. Addirittura esistono dei rifiuti che impiegano più di 1000 anni per decomporsi.

Questo è un problema da non sottovalutare e che sempre di più ci riguarda, soprattutto riguarda le future generazioni. Per evitare di abitare in un mondo inquinato dobbiamo agire subito, evitando di gettare rifiuti per strada o nei terreni incolti e affidando invece a ditte specializzate il corretto smaltimento e, quando possibile, il riciclo dei materiali scartati.

Per farti capire quando un piccolo rifiuto può danneggiare l’ambiente, ecco un elenco dei materiali e dei loro tempi di smaltimento.

Decomposizione Rifiuti: Materiali e Tempi

decomposizione plastica Partiamo da quei rifiuti che impiegano meno tempo per decomporsi fino a quelli che restano per più di 1000 anni sul terreno:

Fino a 3 Mesi Fazzoletti di carta, giornali, carta igienica, bucce e scarti di frutta e verdura

Da 3 a 6 mesi –> Vestiti e tessuti in cotone, contenitori in tetrapak (ad esempio del latte o dei succhi di frutta), fiammiferi

Da 6 mesi a 1 anno –> Vestiti in lana

Da 1 a 2 anni –> Mozziconi di sigaretta, buccia di arancia

Fino a 4 anni –> Gomma da masticare, cappotti di lana

Dai 10 ai 20 anni –> Lattine di alluminio, cotton-fioc

Dai 30 ai 50 anni –> Pannolini, pneumatici

Da 100 fino a 1000 anni –> Bottiglie di plastica, polistirolo, piatti e bicchieri di plastica, accendini, barattoli di latta, lenza da pesca, schede telefoniche

Oltre 1000 anni –> Bottiglie di vetro, batterie

Come Evitare di Inquinare l’Ambiente

decomposizione vetro Le bottiglie di vetro e le batterie possono rimanere nel terreno per milioni di anni.

Il problema è che anche quando ciascuno di questi rifiuti, da quello che si decompone più velocemente alle indistruttibili batterie, i materiali inquinanti penetrano all’interno del terreno.

Questo significa che anche quando non saranno più visibili, la loro azione nociva resterà nell’ambiente.

Per evitare tutto questo occorre smaltire nel modo corretto i rifiuti. Noi di Discarica.Roma.it siamo a vostra disposizione per il ritiro e trasporto dei rifiuti!

Tag:, , ,

Stipendi a Rischio per i dipendenti dell’Ama

Rifiuti, Ama a un passo dalla crisi: “Stipendi a rischio, il Comune sblocchi il credito”

I sindacati hanno reso nota una lettera di Bagnacani all’amministrazione

Gli stipendi dei dipendenti Ama sono a rischio già a partire dal mese di ottobre. Addirittura, per l’azienda capitolina che si occupa della gestione dei rifiuti, non si escludono “scenari non più gestibili”. La notizia è emersa nel corso dell’assemblea organizzata dai sindacati Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel di Roma e Lazio che si è tenuta questa mattina in piazza del Campidoglio. Ma l’allarme non viene dai lavoratori. È il contenuto di una lettera inviata il 18 ottobre scorso dal presidente dell’Ama, Lorenzo Bagnacani, alla sindaca Virginia Raggi, al suo vice Luca Bergamo, agli assessori a Bilancio e Ambiente, Gianni Lemmetti e Pinuccia Montanari, al ragioniere generale, Luigi Botteghi, e più in generale ai dipartimenti.

Una pagina per mettere l’amministrazione pentastellata al corrente delle possibili conseguenze della mancata firma da parte del Campidoglio non solo al bilancio dell’azienda ma anche a concedere il via libera per sbloccare le linee di credito bancarie. “Siamo informati dagli istituti finanziatori che gli stessi sono ancora in attesa di ricevere l’accettazione esplicita del pegno sui crediti Ama verso Roma Capitale così come contrattualmente previsto” si legge nella lettera. Una garanzia necessaria “per potere utilizzare le linee di credito che allo stato attuale sono prorogate fino al 15 novembre ma non disponibili”.

Il mancato sblocco di questi fondi sta costringendo Ama a trattenere gli incassi della Tari per andare avanti. “La mancata possibilità di utilizzare le risorse finanziarie che il ceto bancario mette a disposizione” si legge “non permette ad Ama di effettuare i riversamenti Tari”. È così che “a fronte del vostro pagamento delle fatture Ama relative alle mensilità di luglio e agosto del contratto di servizio di igiene urbana recentemente introitate, sarà possibile per la scrivente eventualmente riversare solo le somme incassate relative al mese di giugno pari a euro 53,7 milioni, qualora ci sia da parte di Roma Capitale l’indicazione sul procedere relativamente allo sblocco del pegno, consentendo l’utilizzo delle linee in oggetto”.

Se le banche, poi, non dovessero accettare il pegno ad essere a rischio sono gli stipendi e i fornitore con conseguenze dirette sul servizio. “È di tutta evidenza che se non seguirà l’accettazione del pegno ed il conseguente utilizzo delle linee di finanziamento” spiega Bagnacani “il riversamento della Tari del mese di giugno drenerà risorse finanziarie tali da mettere seriamente a rischio il pagamento degli stipendi del mese di ottobre e rendere sostanzialmente impraticabile il rispetto del pagamento delle deleghe e degli stipendi del mese di novembre”. Non solo: sarà limitato l’utilizzo della finanza anche “per il pagamento dei fornitori essenziali e strategici (carburanti, raccolta, trattamento e trasporto dei rifiuti ecc)”.

Il prossimo 31 ottobre è in programma un consiglio di amministrazione al quale, con oltre un mese di ritardo, si potrebbe arrivare alla firma del bilancio 2017. Con gli stipendi a rischio, in piazza la tensione è altissima: “Non è che vogliono arrivare a un referendum sull’Ama come per l’Atac” si chiede Massimo Cicco della Fiadel. Marino Masucci della Fit conferma: “Non permetteremo che Ama vada in concordato preventivo, perché verremo qui giorno e notte qui”. Una richiesta di frattura forte tra il Campidoglio e l’azienda municipalizzata dal momento che in questo modo il documento economico non sarebbe più correggibile.

Ama, dissesto finanziario gravissimo Il rischio-Alitalia è concreto

Tra gli operatori dell’«igiene pubblica», l’Ama è il più grande e il più malato. Ecco gli scenari evidenziati da una ricerca di R&S Mediobanca.

Davanti ai cumuli di rifiuti, alla cessione di sovranità della Capitale a topi e gabbiani, si prova un senso di sconforto, che mette a dura prova la capacità di sopportazione dei romani. L’Ama è in crisi nera e il suo amministratore delegato, Lorenzo Bagnacani, non è in grado di pagare i prossimi due mesi di stipendi. I sindacati hanno indetto uno sciopero per il 5 novembre.

Ci si potrebbe consolare ricordando che la crisi della raccolta rifiuti è un’emergenza nazionale, come documenta un’inchiesta del Sole 24 Ore. Ma sarebbe una falsa consolazione, anche perché Roma di quell’emergenza è grande parte. Bisogna piuttosto chiedersi come, dal gorgo maleodorante, si possa uscire. Proviamo a farlo con l’aiuto di una ricerca di R&S Mediobanca datata luglio 2018 su 82 aziende municipali (periodo 2012-2016) e con la consulenza di Riccardo Gallo, ex commissario straordinario di tre aziende in crisi (Autovox, Fidia Farmaceutici e Sir-Rumianca).

Tag:,

Sgombero Appartamenti Roma e Svuoto Cantine

Come svuoto casa?

Dove lo butto? I materiali che nostro malgrado si accumulano dentro le nostre case e i nostri uffici ci tolgono spazio ed energia.

In più quegli stessi materiali che stazionano inutilmente tra le mura dei nostri appartamenti possono avere un’altra vita se smaltiti correttamente. Né puoi risolvere i tuoi problemi lasciando i tuoi rifiuti sul marciapiede, o peggio, in aperta campagna, a volte semplicemente perché non sai “dove va”.

I tuoi materiali di scarto, però, non possono diventare un problema per l’ambiente e per la salute di tutti. Uno sgombero appartamenti Roma responsabile significa aree urbane pulite e aria salubre. Non esitare ancora, per il prelievo, trasporto e smaltimento dei tuoi materiali da sgombrare a Roma e provincia rivolgiti a chi ha la chiave per risolvere ogni tuo problema.

Sgombero Appartamenti a Roma

Una gestione consapevole dei rifiuti è fondamentale per la nostra salute. I rifiuti, se non smaltiti correttamente, rappresentano una minaccia per la salute pubblica e il nostro habitat. La percezione dei rifiuti come materiale indesiderato, privo di valore intrinseco ha dominato per decenni l’atteggiamento verso lo smaltimento.

Nel tempo però è diventata crescente la consapevolezza che una gestione impropria del rifiuto possa portare a un deterioramento delle condizioni ambientali, e che queste siano collegate alla diffusione di agenti patogeni, causa di infezioni e infestazioni.

A livello globale, milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani vengono prodotti ogni giorno. La gestione di tali rifiuti richiede sempre maggiore attenzione, poiché, come è sotto i nostri occhi ogni giorno, troppa immondizia giace non raccolta nelle strade causando disagi e inquinamento ambientale.

Per sgomberare casa, appartamenti e cantine contatta il nostro staff di Discarica Roma, i migliori prezzi nei migliori tempi.

Tag:, , , , , , , , , , , , ,